Siberia: Oymyakon, il paese più freddo del mondo

La Siberia, un luogo unico, un territorio sconfinato. Una natura incontaminata e selvaggia che da millenni detta le regole alla vita dell’uomo. Ed è proprio in Siberia che si trova un villaggio dove in inverno si raggiungono temperature incredibili. Si tratta di Oymyakon, il centro abitato più freddo del mondo.

Il piccolo villaggio di Oymyakon, che conta una popolazione di circa 500 abitanti, si trova in Yakutia, la regione più fredda della Russia, localizzata nel nord est della Siberia.

Un monumento posto nella piccola cittadina della Siberia indica la temperatura più bassa che si sia mai registrata sul nostro pianeta, -71,2 C, sebbene dati non ufficiali avrebbero registrato, nel 1916, una discesa climatica fino a -83 °C.

Ma come ci si può organizzare e vivere in un luogo così estremo?

Oymyakon, soprannominata anche il “polo del freddo“, la si può definire un paese sparso, in quanto non possiede un vero e proprio centro cittadino. Le case sono distribuite su una vasta area, poiché questo villaggio non costituisce altro che un insieme di allevamenti di bovini e renne.

© Foto di Vladimir Sevrinovsky

La maggior parte delle case a Oymyakon bruciano ancora carbone e legna per ottenere riscaldamenti interni e sono veramente poche le moderne comodità di cui possono attualmente godere.

Oymyakon, nel linguaggio locale significa “acqua non congelata” per la presenza nelle vicinanze di sorgenti geotermiche. Questa condizione garantisce acque ricche di pesci, rendendo la pesca una delle tradizionali attività del luogo.

I servizi igienici del villaggio sono costituiti da semplici pozzi a causa del congelamento delle tubature sotterranee, non praticabili nel terreno mobile e permanentemente ghiacciato di Oymyakon.

© Foto di Amos Chapple

Il terreno si congela e poche colture crescono, focalizzando la dieta locale principalmente su carne e pesce, a volte consumati congelati. I motori si bloccano così rapidamente che molte auto continuano a funzionare 24 ore su 24 proprio a causa del freddo.

Ciglia e saliva si congelano in dolorosi aghi sul viso mentre camminerai per le strade del luogo. Anche la vodka si congela se una bottiglia viene lasciata fuori!

Ad Oymyakon la durata di una giornata varia da 3 ore in inverno a 21 ore in estate.

Ma alla fine di ogni inverno buio, ogni anno nel mese di marzo, la città ospita il festival russo “Cold Pole Festival“, ospitato da Chys Khan, lo Yakutian “Lord of Frost” (Signore del Gelo). Questo allegro spirito pagano, che assomiglia a un incrocio tra Gandalf e la regina dei ghiacci di Frozen , invita il mondo nel suo gelido regno tra vivaci celebrazioni che mostrano costumi tradizionali, la musica e la danza degli indigeni locali divertendosi tra gare di renne, pesca sul ghiaccio, sleddog e cucina locale.

© Foto di Aleksander Cheban

Come arrivare a Oymyakon

L’unico modo affidabile per arrivare a Oymyakon è un viaggio di due giorni dalla città di Yakutsk, la capitale regionale, che ha le temperature invernali più fredde per qualsiasi città del mondo. Yakutsk ha collegamenti aerei diretti giornalieri da Mosca (6h 30 min).

Il Polo del freddo si trova non lontano dall’autostrada Kolyma (conosciuta anche come la strada delle ossa) che fu costruita negli anni ’30 dai prigionieri di Stalin. 

La strada inizia da Yakutsk e prosegue fino a Magadan superando tre grandi catene montuose che, in combinazione con altri fattori climatici creano il clima unico dell’area.

Cerca il tuo volo con Skyscanner, l’unico motore di ricerca di viaggi globali per prenotare il tuo volo low cost in maniera gratuita e senza alcuna commissione al prezzo stimato!

Se ti è piaciuto il nostro articolo, iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter ed entra a far parte della nostra Community. Scopri tutte le novità e connettiti con gli altri viaggiatori di Report24Up!

LEGGI ANCHE

Messico, Grotte Tolantongo: l’oasi green dell’Hidalgo

Spagna Low Cost: i 5 migliori Ostelli di Madrid

Viaggi Low Cost in Europa: direzione Tallinn, Estonia!

Le bellissime Grotte di Stiffe a San Demetrio ne’ Vestini

TI POTREBBERO INTERESSARE

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: