Le 13 città più isolate e irraggiungibili del mondo

A volte tutti sogniamo di allontanarci da tutto il resto del mondo. Il trambusto della giungla urbana, lo stress, il rumore e l’inquinamento … Nel mondo globalizzato di oggi, tutto ciò che riguarda le grandi città e l’urbanizzazione, spesso dimentichiamo che aspetto aveva il mondo prima dell’incredibile progresso tecnologico. 

Fortunatamente, ci sono ancora alcuni punti meravigliosi e incontaminati sul nostro pianeta che sono quasi intatti dalla civiltà umana. Ognuna delle città menzionate in questo articolo è in qualche modo isolata dal resto del mondo. 

Alcune di loro sono difficili da raggiungere, altre geograficamente distanti o semplicemente isolate nel senso più profondo del termine. Alcune di esse presentano un clima tropicale, mentre altre si congelano a temperature artiche o immerse in deserti incessanti. Scopriamo quali sono le 10 città più isolate al mondo che la gente chiama “casa“.

Booking.com

1. Yakutsk, Russia

Yakutsk è la capitale della regione di Yakutia in Siberia. La regione copre oltre un milione di miglia quadrati, ma ospita meno di un milione di persone. Ciò significa che ci sono abbastanza laghi e fiumi nella regione per ogni residente! 

La regione è divisa in più centri amministrativi delle dimensioni di uno stato americano medio. E molti di questi contengono solo un villaggio abitato. Arrivare a Yakutsk non è certamente una missione impossibile, ma è interessante notare che l’unica strada che conduce a Yakutsk è aperta solo in inverno.

Yakutsk, Russia
Yakutsk, Russia

Sì, in inverno quando i fiumi si congelano completamente. Yakutsk non è collegata per via ferrovia. L’opzione alternativa da raggiungere è via fiume , resa possibile solo in estate. 

A causa della sua posizione, Yakutsk ospitava una classica prigione sovietica ed è facile capire perché. In un inverno caldo la temperatura scende a -30 gradi Celsius al massimo con temperature di -50 gradi Celsius che sono completamente normali per il luogo!

2. Iquitos, Perù

Sepolto nelle profondità della giungla amazzonica, Iquitos è circondata da centinaia di miglia di foreste pluviali inaccessibili e rappresenta il maggior centro dell’Amazzonia peruviana.

È così addentrato nella giungla che ci vorranno circa quattro giorni in barca per raggiungere la civiltà. Iquitos ha una sola strada esterna che termina nell’unico insediamento vicino a 65 miglia di distanza. 

Con 400.000 residenti, Iquitos è la più grande città del pianeta che non è collegata al mondo esterno su strada. Le persone qui devono importare tutto, il che rende i prezzi per gli acquisti molto alti, almeno per gli standard peruviani. 

 Iquitos, Perù
Iquitos, Perù

Se in qualche modo finisci qui, è meglio pregare che l’unico aeroporto che collega questa città a Lima non venga chiuso a causa delle condizioni meteorologiche. Ci vorrebbe un’eternità per tornare alla civiltà!

3. Ittoqqortoormiit, Groenlandia

L’intero paese della Groenlandia è piuttosto remoto nel suo insieme, ma Ittoqqortoormiit, sulla costa orientale, è sicuramente la città più isolata del paese. 

Ittoqqortoormiit ha 450 abitanti, solo un negozio di alimentari e la caccia e la pesca sono ancora uno stile di vita tra i locali. Una volta arrivato, giungere in qualsiasi altro posto sarà una sfida: la Groenlandia è praticamente un gigantesco pezzo di ghiaccio con condizioni meteorologiche estreme e le strade sono praticamente inesistenti. 

Se ti allontani dalla città in qualsiasi direzione, ti ritroverai presto perso in un deserto di ghiaccio.

  Ittoqqortoormiit, Groenlandia
Ittoqqortoormiit, Groenlandia

4. Tristan Da Cunha, Oceano Atlantico meridionale

Questo villaggio si trova nell’Oceano Atlantico meridionale ed è una delle comunità più isolate del nostro pianeta. L’insediamento più vicino è a 1243 miglia di distanza! 

Inaugurato come Tristan Da Cunha dopo la visita del Duca di Edimburgo nel 1867, oggi la città viene definita semplicemente “L’insediamento” dai suoi 300 residenti. So che suonerà divertente, ma il modo più veloce per arrivarci è fare un giro in barca di sei giorni da Città del Capo. Solo 1500 miglia a est! 

Tristan Da Cunha, Oceano Atlantico meridionale
Tristan Da Cunha, Oceano Atlantico meridionale

L’isola ha una fauna selvatica vibrante e ospita anche un vulcano attivo. È interessante notare che, nel 1961, questo vulcano è scoppiato e la popolazione ha dovuto essere evacuata in Inghilterra. Fortunatamente, il danno era minimo e gli abitanti poterono tornare alla loro vita normale un paio di anni dopo.

5. Petropavlovsk-Kamchatsky, Russia

Petropavlovsk-Kamchatsky è una città di 180.000 abitanti situata su una penisola russa estremamente fredda e sferzata dalla tempesta. È davvero straordinario come le persone riescano effettivamente a sopravvivere qui, circondate da vulcani e montagne impraticabili. 

Quindi, l’unico modo per raggiungere questa città è su un piccolo aereo. Non esiste un’altra comunità vicino a Petropavlovsk-Kamchatsky perché … beh, è ​​praticamente impossibile costruire un insediamento su questo tratto di terra ostile. 

La capitale significativa più vicina è Juneau in Alaska. Mosca è a 4.000 miglia di distanza ed è letteralmente più facile per la gente del posto visitare la Corea del Nord rispetto alla propria capitale!

Petropavlovsk-Kamchatsky, Russia

6. Ürümqi, Cina

Ürümqi in Cina è la città più lontana dalle coste del mondo. Questa piccola città si trova “a soli” 2.240 km dal mare. Situato nell’estremo nord-ovest della Cina, Ürümqi è circondato da un deserto e passi di montagna veramente molto alti.

Le persone qui sono per lo più musulmane e tutti i cartelli appaiono in arabo. La gente qui non è così aperta a Pechino e ai cinesi Han. Ciò si traduce spesso in rivolte che procurano, ahimè, molte vittime. 

Anche se è remota, la cittadina è un avamposto sulla leggendaria Via della Seta. Ciò rende la città un hub di trasporto per le persone che viaggiano in Asia centrale. Ciò rende Ürümqi come una grande stazione di autobus situata in uno dei luoghi più remoti della Terra!

Ürümqi, Cina

7. Mêdog, Tibet

Nascosto tra le alture tibetane, dovrai attraversare montagne quasi invalicabili e condizioni meteorologiche molto particolari. Ma almeno c’è una vera strada che porta alla città, costruita nel 2013. I fondatori di Mêdog hanno sicuramente scelto il posto più singolare per costruire una città. 

Mêdog è tecnicamente situata in una valle, ma è completamente circondata da imponenti montagne. Questo rende la città un nascondiglio perfetto per i criminali che scappano dalle autorità. E sì, se ti fai male, sarà una fortuna riuscire ad arrivare in ospedale! Soprattutto prima che la strada fosse aperta, non era strano vedere le persone morire per una cosa semplice come un taglio infetto. 

Ma anche oggi, sebbene sia presente una strada, questa è accessibile solo 7 mesi all’anno a causa delle difficili condizioni meteorologiche che si manifestano nella zona di Mêdog.

8. Oymyakon, Russia

La remota città di Oymyakon ha temperature medie – 60 gradi Celsius in inverno. Ciò conferisce a Omyyakon la zona abitata più fredda del pianeta. Ironia della sorte, il nome della città significa “acqua non congelata”, ma ciò è dovuto alle sorgenti termali che circondano la zona. 

Tuttavia, nonostante il suo nome, il terreno di Oymyakon è in realtà ghiacciato per gran parte dell’anno. Ciò rende difficoltoso l’impianto idraulico interno e se si dispone di un’auto è necessario tenerla sempre accesa o smetterà di funzionare. 

D’altra parte, le estati sono completamente diverse e, anche se molto brevi, le temperature salgono fino a 30 gradi Celsius. 

Leggi anche Siberia: Oymyakon, il paese più freddo del mondo

9. Longyearbyen, Norvegia

La città norvegese di Longyearbyen è in realtà più vicina al Polo Nord che a Oslo. La posizione artica rende Longyearbyen super fredda durante tutto l’anno. E durante l’inverno la città vede lunghi tratti di oscurità ininterrotta. Per evitare un collasso quando il ghiaccio sotto di loro inizia a sciogliersi, tutte le case di Longyearbyen sono costruite su palafitte. 

Longyearbyen ha 3000 abitanti e circa un terzo di loro sono stranieri. La comunità ha un tasso di criminalità incredibilmente basso, in parte a causa del fatto che è illegale vivere qui senza un lavoro o un indirizzo permanente. 

Longyearbyen, Norvegia
Longyearbyen, Norvegia

Inoltre, è illegale morire lì anche perché fa troppo freddo per decomporre i corpi che in passato hanno causato un’epidemia mortale. La proprietà della pistola è insolitamente alta, per proteggersi principalmente dalla minaccia degli orsi polari. E la polizia ha fatto rispettare una legge secondo cui chiunque viaggi fuori città deve portare un’arma e sapere come usarla.

10. Funafuti, Tuvalu

Se non fosse per viaggi aerei a prezzi accessibili, probabilmente nessuno visiterebbe la capitale di questa piccola nazione insulare. Funafuti è la patria di 6.000 abitanti ed è sostanzialmente un carbone pieno di palme e circondato da un mare infinito in ebollizione. 

Se guardi la mappa, Tuvalu sembra galleggiare nel bel mezzo del nulla. La massa terrestre popolata più vicina è Figi, a 1.134 chilometri di distanza. E comunque le Fiji sono anche loro piuttosto remote. Per raggiungere una grande città, dovresti volare in Nuova Zelanda o alle Hawaii. Questo è probabilmente il motivo principale per cui Funafuti riceve solo 350 turisti all’anno: meno di uno ogni giorno!

Funafuti, Tuvalu
Funafuti, Tuvalu

11. Villa Las Estrellas, Antartide

Villa Las Estrellas è uno dei rari insediamenti civili in Antartide. Quest’isola è sotto la giurisdizione del Cile e ha tutti i componenti di una piccola città. La piccola città dell’isola ha una popolazione di circa 200 persone che diminuisce ancora di più durante i mesi invernali, quando la città sembra un luogo completamente abbandonato. 

Tuttavia, questa città non è solo geograficamente isolata dal resto del mondo. L’accesso a Internet è praticamente inesistente, ad eccezione dei tre computer della scuola locale.

Villa Las Estrellas, Antartide
Villa Las Estrellas, Antartide
Booking.com

12. Iqaluit, Nunavut, Canada

Iqaluit è la capitale della regione più remota del Canada-Nunavut e conta circa 7.200 abitanti. Molti di loro sono nativi Inuit e questo è un ottimo punto di partenza per esplorare la grande regione selvaggia del nord del Canada.

La città si trova così a nord che è quasi inabitabile e non si vede quasi alcun albero. L’unica cosa che rende questa città collegata al resto del mondo è un volo di quattro ore da Ottawa . Non ci sono strade o ferrovie, quindi se non fosse per l’aeroporto, questa città circondata dal nulla, completamente isolata dal resto del mondo. 

 Iqaluit, Nunavut, Canada
Iqaluit, Nunavut, Canada

13. Oasi di Siwa, Egitto

Siwa è circondata da centinaia di chilometri di deserto secco del Sahara e l’oasi è raggiungibile solo su strada. L’oasi è piena di idilliaci palmeti e sorgenti d’acqua dolce. Il servizio di telefonia cellulare e internet non sono disponibili e la posizione isolata della comunità ha permesso alla cultura tribale berbera di rimanere intatta nel corso degli anni. 

In termini di tempo necessario per raggiungere fa sembrare Siwa non proprio così remoto; meno di 12 ore di auto dal Cairo. Tuttavia, l’idea di una città di 23.000 abitanti appena gettata nel mezzo del deserto del Sahara non sembra proprio invitante. 

Anche se è vicino al Cairo, Siwa sembra davvero un altro universo. Questa è un’area in cui le condizioni meteorologiche rendono impossibile ai governi il controllo dei propri confini. Se un giorno dovessi capitare da quelle parti, capirai sicuramente di cosa sto parlando. E non dimenticare di raccontarci la tua avventura! 🙂

Oasi di Siwa, Egitto
Oasi di Siwa, Egitto

Cerca il tuo volo con Skyscanner, l’unico motore di ricerca di viaggi globali per prenotare il tuo volo low cost in maniera gratuita e senza alcuna commissione al prezzo stimato!

Se ti è piaciuto l’articolo, iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter ed entra a far parte della nostra Community. Scopri tutte le novità e connettiti con gli altri viaggiatori di Report24Up!

LEGGI ANCHE

Scopri il fantastico Natale di Matera 2019-2020

Come prevenire le intossicazioni alimentari in viaggio

Spagna Low Cost: i 5 migliori Ostelli di Madrid

Scopri i Mercatini di Natale più caratteristici d’Italia

TI POTREBBE INTERESSARE

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: