I luoghi più belli ma insoliti da visitare a Firenze

Firenze … da dove cominciare? È una delle città storiche più importanti, non solo in Italia, ma anche in Europa. È il luogo in cui tutto è iniziato. Il luogo di nascita del Rinascimento o, per quanti amano chiamarlo, “l’Atene del Medioevo”.

La città attira i turisti da anni con i suoi segreti storici nascosti, le splendide cattedrali, l’architettura divina e, naturalmente, cibo e vino. Non sorprende che oggigiorno la capitale del Rinascimento europeo sia sotto un costante assedio turistico.

Tuttavia, ci sono ancora alcuni posti dove è possibile allontanarsi dalla folla della città per scoprire luoghi che solo pochi altri turisti conoscono. Luoghi che non troverai nella maggior parte delle guide turistiche! E con questo articolo parleremo proprio di loro. Non ci resta, quindi, che partire e scoprire i luoghi più belli ma insoliti da visitare a Firenze.

Giardino – Villa Bardini

Fin dal Medioevo, il Giardino Bardini è appartenuto a ricche famiglie che si sono succedute.

Nato a destinazione agricola, si è trasformato nel corso dei secoli in uno splendido giardino all’italiana, che nei primi anni del Novecento fu usato dal proprietario da cui prende il nome, il collezionista Stefano Bardini, conosciuto come il “principe degli antiquari”, anche come uno spettacolare ambiente di rappresentanza, in cui accogliere la sua facoltosa clientela.

Giardino – Villa Bardini

Museo Bardini

Stefano Bardini era un commerciante d’arte molto famoso che visse a Firenze nel XIX secolo. Nel corso degli anni, ha raccolto un’impressionante collezione personale che presenta una serie di capolavori d’arte, che vanno da sculture medievali, dipinti e persino armature. 

Dopo la sua morte, la città di Firenze ereditò questa imponente collezione e aprì il Museo Bardini. Potresti pensare che una collezione così rara e impressionante debba sicuramente attirare migliaia di visitatori ogni giorno. Ma questo non è vero. Solo poche persone conoscono il Museo Bardini ed è in realtà uno dei musei più sottovalutati e trascurati di Firenze.

Museo Bardini
Museo Bardini

Tesoro dei GranduchiEx Museo degli Argenti

I fondatori del museo potrebbero non aver scelto il nome più descrittivo per questo museo. Forse è per questo il motivo per cui non ci sono molti turisti in giro (ancora).

Il Tesoro dei Granduchi – chiamato Museo degli Argenti fino al 2015 – fa parte del complesso di Palazzo Pitti a Firenze ed ospita in realtà una delle più imponenti collezioni di Firenze: la collezione dei tesori della famiglia Medici. 

Situato nell’antico palazzo estivo dei Medici, il museo possiede al suo interni importanti cammei rinascimentali, antichi calici, corone ingioiellate dei Medici e straordinarie sculture. Se sei un amante dell’arte, non puoi perderti questo museo!

 Tesoro dei Granduchi - Ex Museo degli Argenti
Tesoro dei GranduchiEx Museo degli Argenti

Buonomini di San Martino

Nascosto in una strada ignara, il Buonomini di San Martino è uno dei segreti meglio custoditi di Firenze. Questa chiesa di 700 anni potrebbe non essere la cattedrale più significativa e più bella di Firenze. Tuttavia, era e rappresenta ancora oggi un importante complesso medievale. 

Se stai passando, potresti anche non riconoscere questa cattedrale se non presti particolare attenzione, poiché è quasi assimilata e oscurata dagli edifici circostanti. 

Buonomini di San Martino
Buonomini di San Martino

A prima vista, sembra modesta, ma questa cattedrale ospita in realtà un’organizzazione che ha aiutato i “poveri vergognosi” (persone che un tempo erano benestanti ma successivamente fallite e troppo vergognose per chiedere aiuto) per oltre sette secoli. 

Se stai cercando un’esperienza diversa, dai un’occhiata a Buonomini di San Martino. Probabilmente non troverai molti turisti in giro.

L’importuno di Michelangelo

Molte persone passano vicino a Palazzo Vecchio, ma solo pochi notano questa caricatura semplice ma espressiva. E ancora meno persone sanno che questa caricatura è opera di Michelangelo

È molto strano che il famoso scultore abbia deciso di commettere quello che sembra essere un atto di vandalismo (allora) e si sa poco sull’origine di questo disegno. Alcune persone dicono che Michelangelo abbia commesso questa bravata per dimostrare il suo coraggio, mentre altre teorie sostengono che l’artista lo abbia disegnato quando assistette ad un’esecuzione in piazza. 

L'importuno di Michelangelo - Firenze
L’importuno di Michelangelo

Qualunque sia la ragione, questa è una rara opportunità di vedere alcune delle opere di Michelangelo gratuitamente. Tienilo a mente quando vai in giro per Palazzo Vecchio!

“Graffiti del prigioniero” di Michelangelo

Già nel XVI secolo, Michelangelo fu uno dei principali sostenitori delle proteste di Firenze a favore di un sistema di governo che fosse più democratico. Tuttavia, ciò non finì bene e non ebbe altra scelta che nascondersi in una stanza segreta sotto la Cappella dei Medici nel tentativo di sfuggire all’ira del Papa. 

Rinchiuso qui per più di tre mesi, coprì i muri della stanza con i suoi “graffiti da prigioniero“. Nessuno sapeva di questa stanza segreta fino al 1976, quando fu scoperta per caso. Oggi, la stanza è più chiusa che aperta, poiché a causa della natura delicata dei disegni, non possono essere gestiti troppi visitatori. 

stanza segreta - Graffiti del prigioniero  Michelangelo
“Graffiti del prigioniero” di Michelangelo

Tuttavia, se ti trovi in ​​zona, tenta la fortuna. Forse sarai uno dei pochi fortunati turisti ad avere la possibilità di vedere i graffiti dei prigionieri di Michelangelo.

Il dito medio di Galileo

Per ragioni sconosciute al pubblico, il dito medio di Galileo fu rimosso da Anton Francesco Gori 95 anni dopo la sua morte. Un paio di centinaia di anni dopo, il dito medio trovò casa nel Museo delle Scienze di Firenze. 

Nel 2009, alcune altre dita di Galileo sono state scoperte durante un’asta e sono state riunite in quello che oggi è noto come Museo Galileo, luogo in cui sono presenti alcune delle più importanti collezioni di strumenti scientifici al mondo. 

Il dito medio di Galileo
Il dito medio di Galileo

Cimitero Delle Porte Sante

Il cimitero delle Porte Sante è un cimitero monumentale di Firenze situato entro il bastione fortificato della basilica di San Miniato al Monte, in cima ad una delle colline più alte che circondano la città.

Il Cimitero Delle Porte Sante ha una delle viste più belle di Firenze e, poiché non molte persone sono a conoscenza di ciò, se stai cercando un posto dove poter godere di una magnifica vista senza folla, dovresti assolutamente andarci. 

Il cimitero ospita le tombe di molti importanti residenti di Firenze e senza alcun dubbio rappresenta uno dei cimiteri più notevoli e belli della città (per quanto bizzarro possa sembrare).

Cimitero Delle Porte Sante

Stai cercando un posto dove dormire a Firenze? Guarda tra tutte le offerte disponibili su Booking.com e trova la soluzione perfetta per il tuo viaggio!

Osservatorio astrofisico di Arcetri

Un altro luogo tranquillo e silenzioso da cui si gode una vista incantevole della città è l’Osservatorio Astrofisico di Arcetri. Questo vecchio osservatorio era di proprietà di Galileo Galilei e fu proprio in quel luogo dove egli trascorse gli ultimi anni della sua vita. 

Dopo la sua morte, la villa è diventata un osservatorio astrofisico. Avendo in mente la storia di questo posto, è una vera sorpresa come la maggior parte dei turisti non sia minimamente consapevole della sua esistenza.

Osservatorio Astrofisico di Arcetri – foto di Renato Cerisola

Grotta Buontalenti

Il Giardino di Boboli potrebbe essere una delle principali attrazioni turistiche di Firenze, ma la maggior parte delle persone vi passeggia dinanzi senza accorgersi del Buontalenti

Situata nell’estrema parte settentrionale del giardino, l’intera struttura è ricoperta da concrezioni che sembrano stalagmiti. Questa grotta è uno dei luoghi più spettacolari del giardino, ma rimane ancora inosservata dalla maggior parte dei turisti che lo visitano. 

Grotta Buontalenti
Grotta Buontalenti

All’ingresso, vedrai sculture di Apollo e Cerere, sebbene queste non siano proprio le cose più impressionante della grotta. È solo l’inizio. Dopo essere entrato, che scoprirai tre stanze decorate con quelle che sembrano essere stalattiti, stalagmiti e affreschi con disegni che dovrebbero assomigliare a una grotta naturale. Se visiti il ​​Giardino di Boboli, questo è un posto da non perdere! (Qui puoi trovare prezzi e orari per visitare il Giardino di Boboli).

Madre figli Emoji U+1F469 U+1F466 U+1F466
SCOPRI ALCUNE DELLE ATTIVITA’ A CUI PUOI PARTECIPARE NEL TUO VIAGGIO A FIRENZE

Oltrarno, l’altra Firenze

Se sei stanco di strofinare i tuoi gomiti con gli turisti, vai dall’altra parte del fiume Arno e scoprirai Oltrano. Questo quartiere non turistico, o “l’altra Firenze” è sempre stata la parte più tradizionale della città. 

È un luogo perfetto per osservare la vita quotidiana della gente del posto senza imbattersi in un esercito di turisti con i loro bastoncini per selfie. Oltrano è una delle parti più tranquille di Firenze ed è proprio in questo quartiere che troverai gli iconici laboratori artigianali della città. 

Oltrarno, l'altra Firenze
Oltrarno

Torre d’Arnolfo

Perché aspettare le lunghe file del complesso del Duomo quando si può ammirare tutta la sua bellezza dalla Torre Arnolfo? La Torre Arnolfo si trova su Palazzo Vecchio e offre, in verità, una vista più spettacolare di quella acclamata del Duomo. 

Ha “solo” 233 gradini che potrebbero sembrare molto, ma è ancora significativamente inferiore a quella del Campanile di Giotto.

Castello di Vincigliata

Vincigliata è un castello medievale localizzato in cima ad una collina rocciosa non troppo lontano dal centro della città. Questo castello dell’XI secolo fu la roccaforte della famiglia Visdomini per decenni. 

Considerata una sede molto popolare tra artisti e scrittori in epoca romantica, nel corso degli anni, la proprietà del castello cambiò più volte fino al momento in cui non divenne un vero e proprio campo di prigionia durante la seconda guerra mondiale.

Oggi, il castello di Vincigliata resta uno dei castelli più antichi sopravvissuti a Firenze, sebbene non sia molto popolare tra i turisti, probabilmente a causa della sua posizione. Se vuoi visitare un antico museo-castello con una vista spettacolare su Firenze e la zona circostante, il castello di Vincigliata fa sicuramente per voi.

Fiesole: dove Leonardo cercava di volare

Completeremo questa lista con un piccola cittadina vicino Firenze, dove Leonardo da Vinci cercava di volare. La città collinare di Fiesole era una volta la città rivale di Firenze ed è sede di molti luoghi affascinanti. 

Monte Ceceri, dove Leonardo cercò di volare
Monte Ceceri, dove Leonardo cercò di volare

Mentre passeggerai per le strade di Fiesole, noterai inevitabilmente una piccola targa che segna il luogo in cui Leonardo ha cercato di volare. Questo è stato uno dei suoi maggiori fallimenti ed è a malapena sopravvissuto. Tuttavia, questo è stato uno dei primi tentativi di volo e oggi è uno dei luoghi storici più importanti di Fiesole.

Booking.com

Se ti è piaciuto il nostro articolo, iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter ed entra a far parte della nostra Community. Scopri tutte le novità e connettiti con gli altri viaggiatori di Report24Up!

LEGGI ANCHE

Scopri il fantastico Natale di Matera 2019-2020

Le 13 città più isolate e irraggiungibili del mondo

Messico, Grotte Tolantongo: l’oasi green dell’Hidalgo

Spagna: Scopri il Mercato di San Miguel a Madrid

TI POTREBBERO INTERESSARE

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: