Chinese (Simplified)EnglishFrenchGermanIndonesianItalianSpanish
cinque terre

Cinque Terre: cosa vedere tra le perle della Liguria

Posted by

Le Cinque Terre rappresentano un bellissimo tratto di costa ligure di levante, lungo circa circa 10 Km. Un Parco Nazionale tra i più piccoli d’Italia, ma più densamente popolato che include 5 affascinanti borghi posti su scogliere a picco sul mare: Manarola, Riomaggiore, Corniglia, Vernazza e Monterosso al Mare.

Durante i secoli, l’uomo ha modificato più volte questo territorio scosceso ed impervio per renderlo coltivabile e maggiormente affine alle proprie necessità. Nacquero, così, le cosiddette “ciàn“, strisce di terra sorrette da interminabili muri a secco . Da qui prende vita la vera identità del luogo, portandolo così a diventare Patrimonio Mondiale dell’Umanità dal 1997.

È un territorio che regala panorami mozzafiato con sentieri spesso inaccessibili, ma con viste che sono in grado di creare emozioni intense ai tantissimi viaggiatori che riescono a raggiungerli.

I rilievi montuosi della zona, paralleli alla costa, pur essendo di altitudine modesta e di breve distanza dal mare, contribuiscono a creare un ambiente unico, che cattura al primo sguardo. Grazie alla loro posizione, le Cinque Terre godono di un clima decisamente più mite rispetto al resto della regione Liguria, e grazie a ciò, il turismo è attivo durante tutto l’anno.

Mare cristallino, spiagge e coste frastagliate di un fascino ineguagliabile che si uniscono ad una fitta rete di sentieri panoramici e romantici, il luogo per rendere perfetta la vostra vacanza sia in coppia che in famiglia. Alle Cinque Terre è impossibile annoiarsi: trekking, vita da spiaggia, cibo e soprattutto buon vino contribuiranno a rendere unica ed indimenticabile al vostra permanenza!

Uno dei modi migliori per visitare questa splendida terra è prenotando il servizio “5 Terre Express“, attivo da marzo a novembre, che permette di percorrere una delle tratte ferroviarie più panoramiche e suggestive d’Europa. Il treno regionale effettua fermate in tutte e cinque le località del Parco, permettendo anche a chi non ha molto tempo a disposizione, di assaporare tutta l’originalità di questo luogo. I biglietti sono acquistabili sia on line che in biglietteria con un costo di € 4 per gli adulti ed € 2 per i bambini fino a 12 anni di età.

Leggi anche Stati Uniti: l’impressionante buco nel Lago di Berryessa

Le Cinque Terre sono un esempio per tutto il mondo, vero tesoro d’Europa, un luogo in cui si è saputo conservare la vera autenticità, mescolando tradizione e cultura senza rinunciare alla sostenibilità ambientale.

Ogni borgo è diverso dall’altro. Circondati da ulivi e dalla caratteristica macchia mediterranea, qui è possibile camminare ammirando le famose case colorate dei pescatori in tipico stile ligure, le colline e il verde marino delle acque che abbraccia questi posti.

Il primo paese che si incontra è Riomaggiore, caratterizzato da scogliere a picco sul mare su cui il borgo sembra essere stato adagiato da mani sapienti. Qui il tempo da l’impressione di essersi fermato. Suggestivo e assolutamente da vedere sono il piccolo porticciolo con le barche dei pescatori e la famosissima “Via dell’Amore“, che collega Riomaggiore a Manarola.

Manarola si sviluppa nella gola che scende verso il mare, circondato da due speroni rocciosi in cui è presente un piccolo punto di approdo. Continuando il percorso di arriva a Vernazza, riconoscibile grazie alle torri di avvistamento che sembrano sorvegliare la costa perdendosi in epoche antiche.

Dormire nelle Cinque Terre: Le migliori soluzioni Low Cost

Separata da ben 365 gradini, uno per ogni giorno dell’anno, si trova Corniglia. È il più piccolo dei cinque borghi ed è l’unico che non si affaccia direttamente sul mare. Si erge sulla cima di un promontorio alto 100 metri circa, circondato dai caratteristici vigneti del posto. Infine si raggiunge Monterosso, borgo in cui passò la sua infanzia Eugenio Montale ispirando la sua poesia.

L’unico borgo che possiede spiagge attrezzate, e quindi consigliato come soggiorno estivo per le famiglie, è proprio Monterosso al Mare. Il resto delle spiagge possono risultare con scarso servizio predisposto al pubblico, ma sono particolarmente indicate per coloro che vogliono assaporare la natura selvaggia e struggente che solo questi luoghi sanno regalare!

Spiagge Spiaggia di Fegina, Monterosso al Mare (SP) Liguria

Le Cinque Terre sono attraversate anche da moltissimi viaggiatori stranieri, che approdano in queste aree proprio per godersi delle vere e lunghe passeggiate incastonate in un ambiente rilassante, colorato e superlativo. Per chi ama le attività di trekking e di walking, i due sentieri più famosi sono l’Alta via delle Cinque Terre ( indicato come sentiero n. 1) e il Sentiero Azzurro (sentiero n. 2), che congiungono Levanto a Porto Venere attraversando tutti e cinque i borghi.

Il sentiero n.1 è un’antica mulattiera: percorrendola, si può provare ad immergersi in tempi antichi e perduti, in cui non esisteva turismo ma solo duro lavoro, sia nei campi che nell’allevamento del bestiame.

Leggi anche Trekking Italia: 5 meravigliosi itinerari di Trekking adatti a tutti

Il sentiero n. 2, nel tratto da Riomaggiore a Manarola, è più comunemente conosciuto come la “Via dell’Amore“, una passeggiata romantica di poco più di 1 Km di lunghezza. È un sentiero a picco sul mare da cui è possibile raggiungere delle romantiche calette isolate e assaporare la bellezza del paesaggio circostante. Tuttavia, questo tratto paesaggistico famoso in tutto il mondo e fonte di ispirazione per molti poeti, non è attualmente percorribile se non per un breve tratto a partire dalla stazione di Manarola.  Nel 2012, infatti, la Via dell’Amore venne chiusa a causa di una frana che causò il ferimento di quattro turiste australiane (fortunatamente, riprese completamente dall’incidente). Ciò ha comportato inevitabili danni al turismo locale, sebbene la riapertura completa sembra sia stata fissata per il 2021.


La via dell’Amore è più che un sentiero: è il simbolo delle Cinque Terre e della vita che vi trascorre. Dalle effimere vacanze, tutte bagni di mare, sole e passeggiate tra i vigneti, uliveti, e limonaie, desiderate da turisti di mezzo mondo, alla quotidianità di persone abituate alla fatica di vivere”; sono queste le parole cui la scrittrice Paola Galeone ha descritto Manarola in un suo libro dedicato alle Cinque Terre.

Essendo ligure non posso che esortarvi a visitare questa splendida regione ed i suoi incantevoli luoghi. Lasciate a casa le auto e, se possibile, cercate di vivere questa esperienza nei periodi di minor affluenza turistica. In questo modo, riuscirete a sentirvi parte di un mondo antico e affascinante che solo le Cinque Terre può regalarvi.

Leggi anche

Dormire nelle Cinque Terre: Le migliori soluzioni Low Cost

Perché viaggiare fa bene alla salute?

Ti potrebbe anche interessare

Instagram On Fire: Come aumentare i propri Follower e lavorare con Instagram

Se ti è piaciuto il nostro articolo, iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter ed entra a far parte della nostra Community. Scopri tutte le novità e connettiti con gli altri viaggiatori di Report24Up!